La pizza fa bene alla salute, lo dice scienza

La pizza oltre che buona fa anche bene alla salute, lo dice la scienza, o meglio una ricerca effettuata da Silvano Gallus.

La pizza fa bene alla salute, lo dice scienza

 

Insieme alla dottoressa Deborah Sangregorio, consulente alimentare e tossicologa, cerchiamo di comprendere le sue proprietà benefiche.

Ma chi è Silvano Gallus?
E' un italo - olandese dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Irccs di Milano che ha vinto il premio IgNobel per la medicina. I premi IgNobel vengono assegnati ogni anno nel Sanders Theatre di Harvard.
Pensati per far ridere le persone, ma che poi alla fine le fanno riflettere.

Il premio per la medicina del 2019 è stato assegnato per l’appunto a Silvano Gallus.

 

La sua ricerca dimostra che mangiare abitualmente la pizza allunga la vita e previene l’infarto del miocardio e alcune forme di tumore.

Il suo studio ha origine nel lontano 2003, quando inizia un’analisi sull'incidenza della pizza sulla salute.
La ricerca è stata condotta su 4.999 persone, (2.724 uomini, 2.275 donne), sulla base delle loro abitudini alimentari, attività sportiva, consumo alcol e consumo pizza.
I risultati hanno dimostrato che coloro che consumano abitualmente pizza sono meno soggetti a certi tipi di malattie.

Tuttavia, la pizza deve essere fatta in Italia, o perlomeno con la metodologia italiana.
Il vero motivo per cui la pizza risulterebbe avere questi “poteri benefici” risiede soprattutto nei condimenti.

La dottoressa Deborah Sangregorio, in particolar modo evidenzia le proprietà del pomodoro, basilico e olio Evo.

 

Con poche calorie il pomodoro è composto dal 93% di acqua ed è particolarmente ricco di fibre, sali minerali (potassio in particolare, ma anche manganese, fosforo, rame, calcio e ferro); sostanze dall'elevato potere antiossidante (β-carotene, licopene, vitamina E); vitamine del gruppo B, folati, vitamina K e vitamina C.
Svolge molte azioni a favore del nostro organismo in quanto diminuisce i livelli del colesterolo, aiuta la digestione, protegge il cuore e stimola la diuresi.

pomodoro


Inoltre, grazie al licopene, un potente antiossidante, il pomodoro è considerato un alimento altamente protettivo per il nostro organismo nei confronti delle malattie degenerative legate ai processi di invecchiamento e riduce il rischio di tumori e danni genetici.
Quest’ultimo, ricordiamo che viene assorbito in maniera molto maggiore quando il pomodoro è cotto.

Il basilico è ricco di vitamine, sali minerali, flavonoidi e antiossidanti, utili per proteggere il corpo dall’invecchiamento e per contrastare l’azione dei radicali liberi.
Oltre a questo, il basilico favorisce la digestione e il corretto funzionamento dello stomaco.
Perché mantenga al meglio il proprio contenuto vitaminico, il consiglio è di consumare il basilico a crudo.

basilico


Il basilico è composto per circa il 92% da acqua e contiene una piccola parte di proteine. Contiene anche vitamina A e vitamine del gruppo B.

La dottoressa Sangregorio prosegue esponendo le proprietà dell’olio extra vergine di oliva (EVO), una vera e propria miniera d’oro di antiossidanti.

L’olio d’oliva è particolarmente ricco in acidi grassi: acido oleico (monoinsaturo), acido palmitico (saturo), acido linoleico (polinsaturo, famiglia degli ω-6) ed acido α-linolenico (polinsaturo, famiglia degli ω-3); l’introito delle giuste quantità di ω-3 e ω-6 danno beneficio al consumatore per la loro azione antinfiammatoria.

olio d'oliva


Grazie alle micro-molecole essenziali (vitamine liposolubili - tocoferoli e β-carotene) e ai fitosteroli e polifenoli l’olio ci protegge da processi infiammatori, combatte l’invecchiamento cellulare, previene malattie cardiache, antitumorale, riduce il rischio di diabete di tipo 2 e migliora le nostre funzioni cognitive.
Importante è anche l’apporto di vitamine in particolare quelle del gruppo A, E, K.

Bisogna dire che non possiamo limitare i risultati della ricerca semplicemente a questi ingredienti, perché le varianti della pizza sono davvero tante.
Ci si può aggiungere il pesce, ricco di Omega 3, ma anche e soprattutto tante verdure, fonte di fibre, vitamine e sali minerali.
Possiamo trarre la conclusione che il binomio pizza e salute si riscontra quindi negli ingredienti utilizzati nella dieta mediterranea italiana.
Il controllo degli ingredienti e sapere la loro origine è fondamentale, sia per essere certi cosa mangiamo, ma specialmente per l’impatto sulla nostra salute.

Ecco quindi, un altro buon motivo per continuare a mangiare la pizza, soprattutto se fatta in casa con le proprie mani.
Per chi volesse cimentarsi consigliamo di scoprire i forni a legna per pizza Clementi.


Non possiamo concludere se non con un EVVIVA LA PIZZA!

 

 

Desideri rimanere sempre aggiornato su news del settore? Isciriviti alla nostra newsletter

 

Per unirti alla famiglia Clementi tagga sui social le tue foto e video con @clementi-ilredelfuco ed entra a far parte nostra community!

 

       

 

 

Categoria: Mondo Clementi

Scrivi il tuo commento

345